Skip links
Il cannabidiolo (CBD), uno dei principali composti della cannabis, è stato dimostrato in alcuni studi scientifici essere un antinfiammatorio efficace con un basso rischio di effetti collaterali.

La cannabis, come antinfiammatorio naturale

Il cannabidiolo (CBD), uno dei principali composti della cannabis, è stato dimostrato in alcuni studi scientifici essere un antinfiammatorio efficace con un basso rischio di effetti collaterali.

Cosa ci dice la Scienza.

È come prendere 30 aspirine...

Il cannabidiolo (CBD), uno dei principali composti della cannabis, è stato dimostrato in alcuni studi scientifici essere un antinfiammatorio efficace con un basso rischio di effetti collaterali. Le proprietà antinfiammatorie del CBD potrebbero essere utili per trattare una vasta gamma di condizioni infiammatorie, come artrite, acne e disturbi dell'intestino. Inoltre, il CBD è stato dimostrato avere anche altre proprietà benefiche, tra cui potenziali effetti antipsicotici, analgesici e anticonvulsivanti. Tuttavia, ulteriori studi sono necessari per comprendere appieno il potenziale terapeutico del CBD e per determinare le dosi efficaci e sicure per l'uso umano.

Uno studio del 2019 condotto dall'Università di Guelph in Canada ha rivelato che la cannabis è un potente antinfiammatorio grazie alla presenza di due molecole: la cannaflavina A e la cannaflavina B. Queste molecole sono in grado di combattere le infiammazioni e ridurre il dolore nella sua origine. La potenza della cannabis come antinfiammatorio è risultata trenta volte maggiore rispetto a quella dell'aspirina. Inoltre, queste molecole non hanno effetti psicoattivi e non creano dipendenza.

Altre evidenze

Numerosi studi scientifici hanno analizzato le possibili applicazioni dei cannabinoidi in ambito medico e terapeutico, soprattutto a partire dal 2017, quando l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) pubblicò uno studio sul CBD. L'analisi dimostrava le grandi potenzialità del cannabidiolo e lo indicava come non pericoloso, tanto da decidere di non considerarlo come sostanza stupefacente. Dopo questa presa di posizione sono stati condotti numerosi studi scientifici che hanno analizzato la cannabis terapeutica e il CBD come potenziali sostituti degli antidolorifici e degli antinfiammatori. Studi clinici hanno dimostrato che il CBD sembra essere ben tollerato e sicuro per i pazienti che ne fanno uso, al contrario dell'ibuprofene, principio attivo alla base dei FANS (farmaci anti-infiammatori non steroidei), che presenta effetti collaterali significativi. Gli effetti collaterali più comuni dell'ibuprofene includono nausea e vomito, diarrea o stitichezza e cattiva digestione, ma in casi più rari possono manifestarsi anche vertigini, alta pressione, edema, gastrite, ulcera, alterazione della funzionalità renale e sanguinamento.

Pertanto, i cannabinoidi potrebbero rappresentare un'alternativa efficace e ben tollerata nel trattamento del dolore e delle infiammazioni, soprattutto nelle problematiche croniche che richiedono la somministrazione prolungata di FANS. Sebbene sia necessario approfondire l'argomento con ulteriori studi, le ultime evidenze scientifiche sembrano dimostrare l'efficacia della cannabis e del CBD come antinfiammatorio.

Se l'ibuprofene non va...

Studi clinici hanno dimostrato che il CBD sembra essere ben tollerato e sicuro per i pazienti che ne fanno uso, al contrario dell'ibuprofene, principio attivo alla base dei FANS (farmaci anti-infiammatori non steroidei), che presenta effetti collaterali significativi. Gli effetti collaterali più comuni dell'ibuprofene includono nausea e vomito, diarrea o stitichezza e cattiva digestione, ma in casi più rari possono manifestarsi anche vertigini, alta pressione, edema, gastrite, ulcera, alterazione della funzionalità renale e sanguinamento.

Pertanto, i cannabinoidi potrebbero rappresentare un'alternativa efficace e ben tollerata nel trattamento del dolore e delle infiammazioni, soprattutto nelle problematiche croniche che richiedono la somministrazione prolungata di FANS. Sebbene sia necessario approfondire l'argomento con ulteriori studi, le ultime evidenze scientifiche sembrano dimostrare l'efficacia della cannabis e del CBD come antinfiammatorio.

Leggi anche...

10 benefici del CBD

Leave a comment

X